All’uscita del Casello Autostradale Mezzocorona-S.Michele All'Adige A22 prendere SS43 in direzione di SP10 a Tassullo e proseguire fino all'abitato di Nanno.

 parcheggio 


Il personale indicherà all'ospite la possibilità di parcheggiare presso il castello (in casi di disabilità o problemi di deambulazione) oppure lasciare la macchina presso il vicino deposito comunale (complesso rosa) in via Enrico Bergamo 38, a 5 minuti a piedi dal castello. 

Gruppi organizzati in pullmann e caravan, dovranno essere lasciati sempre presso il vicino deposito comunale (complesso rosa) in via Enrico Bergamo 38 a 5 minuti a piedi dal castello. 

 info 


CHIESA DI SANTA MARIA ASSUNTA a TASSULLO

In stile clesiano-gotico rinascimentale a pianta rettangolare e con abside pentagonale, fu consacrata nel 1558. È ripartita in tre navate, abbellita all’esterno da un elegante rosone con vetrata istoriata e da un magnifico portale di gusto romanico. L’altare maggiore, barocco, ospita la pala dell’Assunta di Teofilo Polacco (1620), riportata all’antico splendore con il restauro del 1998. Il pulpito, in legno di noce intarsiato e scolpito con figure ad alto rilievo, è opera degli scultori Strobel di Cles. Fra la notevole dotazione sono da ricordare i preziosi paramenti di broccato rosa trapuntato d’oro e argento con i fiordalisi di Francia, confezionati con la veste della Regina Maria Antonietta e portati a Tassullo da Carlo Antonio Pilati.

 

CHIESETTA DI SAN PAOLO a PAVILLO

La primitiva costruzione romanica risale al secolo XI o XII e trova le sue fondazioni sulle rovine di un tempietto e su muraglioni di difesa romani. La chiesetta, che ha subito rimaneggiamenti gotici e rinascimentali, negli anni Settanta del Novecento è stata oggetto di restauri che l'hanno riportata allo splendore originale. Tra i vari cicli pittorici rappresentati nelle chiese della valle, quelli che sono presenti in questa chiesa sono particolarmente interessanti, poichè sono leggibili più strati di affreschi riconducibili a periodi storici ben distinti. Infatti le pitture coprono un lasso di tempo che parte dal 1200 e arriva al 1500 e per questo la chiesetta è considerata da numerosi storici come una sorta di manuale di storia dell'arte. Qui hanno lavorato anche i pittori bergamaschi Giovanni e Battista Baschenis, autori della più nota cappella di San Valerio a Castel Valer. 

Tel. 0463 830133
info@visitvaldinon.it
www.visitvaldinon.it